In campo

E’ da qui che nasciamo, quando nostro nonno raccoglieva le olive con rastrello e bastone per poi portale in paese nei sacchi a dorso del mulo.
Da allora è cambiato tanto ma non lo spirito, il legame e l’amore con la terra generosa che ci nutre ogni giorno.
Ci piace definire i nostri uliveti veri e propri “giardini”, perchè qui ogni pianta ha la sua cura e attenzione dedicate anche grazie all’ausilio della tecnologia. Siamo convinti che la nostra scelta, nella direzione di un impianto semi-intensivo, vada nella giusta direzione di un equilibrio tra esigenze della pianta e produttivitĂ .
I nostri ulivi, piante della cultivar ogliarola garganica, vengono accuditi tutti i mesi dell’anno attraverso le varie fasi vegetative:

Le fasi in campo

15873_770368716372667_6017863979132019729_n
1.

Concimazione

Volere bene alle piante significa anche nutrirle, per questo concimiamo i nostri ulivi in autunno, inverno e primavera, per un frutto migliore.

2.

Aratura

Ci limitiamo a poche lavorazioni del terreno necessarie per una buona gestione e per evitare il problema del compattamento del suolo.

3.

Irrigazione

Condizioni climatiche sempre piĂą estreme rendono necessaria l’irrigazione per le esigenze idriche delle piante in caso di lunghe siccitĂ .

4.

Raccolta

GiĂ  a partire da settembre cominciamo la raccolta delle olive meno mature al fine di ottenere un olio qualitativamente migliore.

5.

Riposo

Con l’arrivo dell’inverno, l’ulivo va in riposo vegetativo raccogliendo le energie per le prime infiorescenze in primavera.

6.

Potatura

Quando la pianta è in riposo vegetativo procediamo alla spollonatura per far conservare all’ulivo il giusto portamento per la produzione.